Ad-Sense Sopra ai Post

Quanto deve mangiare il mio gatto?


Una domanda che spesso ci si pone è quanto cibo dare al gatto. Le pappe solitamente hanno stampato sulla confezione un valore indicativo di quanto cibo dare in un giorno in relazione al peso del gatto. Ma non sembra anche a voi che la dose indicata dai produttori sia sempre troppa e che i vostri gatti tendano ad ingrassare? Effettivamente le dosi indicate sulla confezione tengono conto solo del peso del gatto, tralasciando di considerare alcuni importanti fattori, come l'attività del micio, il fatto che sia sterilizzato oppure intero, il fatto che sia adulto o anziano. Tutte queste variabili influiscono sul calcolo delle calorie necessarie per un gatto. Per esempio un gatto intero che vive scorrazzando per la campagna deve mangiare una volta e mezza di più rispetto ad un gatto sterilizzato che vive in appartamento. La differenza è notevole: a parità di peso del del gatto, se il primo deve mangiare 75 g di croccantini, il secondo ne deve mangiare solo 50 g. Da qui si può subito capire quanto poco precise siano le indicazioni sulla dose giornaliera di cibo fornita dai produttori. Quei 25 g in meno per un gatto di casa possono fare la differenza tra il mantenimento del pesoforma e il cammino progressivo verso l'obesità, problema che in Italia colpisce 1 gatto su 3. Da questi dati appare chiaro quindi che il controllo dell'alimentazione è molto importante per mantenere il gatto in forma e in salute. Ma quanto deve mangiare quindi il gatto?

Quanta pappa al giorno?

Nel form sottostante potete inserire i dati riguardanti il vostro gatto e, cliccando sull'apposto pulsante, calcolare di quante kcal necessita quotidianamente. I valori ottenuti sono quelli teorici di mantenimento e si riferiscono ad un gatto sano e normopeso. In caso di patologie specifiche, chiedete sempre consiglio al vostro veterinario.
Il mio gatto pesa kg
Il mio gatto è un
Il mio gatto deve assumere circa kcal al giorno.
Una volta calcolate le kcal che servono giornalmente al vostro gatto, vorrete anche sapere concretamente come si traduce quel valore in grammi di pappa. In commercio ci sono tante pappe diverse, secche o umide, più o meno caloriche, e per questo la dose dipende dal prodotto che offrite al vostro micio. Dovrete quindi cercare quanta sia l'energia metabolizzabile della vostra pappa. Il valore è solitamente espresso in kcal/kg e può essere riportato sulla confezione, oppure cercate sul sito web del produttore ed eventualmente anche sul sito inglese.
La pappa del mio gatto contiene  kcal/kg 
Il mio gatto deve assumere circa grammi di cibo al giorno

Non trovo le kcal/kg della pappa di Micio...

Nel caso non siate riusciti a trovare le kcal/kg contenute nella vostra pappa, riportiamo di seguito alcuni esempi, utili a rendere l'idea dei possibili valori.

Voglio combinare cibo secco e umido: come faccio?

Se alimentate i vostri gatti sia con cibo secco, che con cibo umido, potete calcolare le dosi in questo modo: 
  1. Calcolate i grammi di croccantini come se il gatto mangiasse solo cibo secco.
  2. Calcolate i grammi di umido come se il gatto mangiasse solo cibo umido.
  3. Ora fate le percentuali, per esempio il 60% di croccantini e il 40% di umido completo.
Ricordiamo che, se è possibile alimentare un gatto solamente a croccantini, non è possibile alimentare un gatto interamente a cibo umido, a meno che questo non sia un cibo completo. Esiste infatti la distinzione tra cibo umido completo e complementare. Come è intuibile, il "complementare" non può costituire la base di alimentazione del gatto e non dovrebbe superare il 20% della razione giornaliera totale. Come distinguere il cibo completo dal complementare?

E per i gatti sottopeso o obesi?

Come già accennato, i valori che si ottengono mediante il calcolo sono quelli teorici di mantenimento di un gatto sano e normopeso. Nel caso si abbia a che fare con gatti sottopeso, bisogna anzitutto valutare con il veterinario la causa della magrezza. In linea di massima, comunque, se un gatto è sottopeso non ha limiti di dosi e può mangiare a piacere fino al raggiungimento del pesoforma.
Venendo ora al problema più comune, cioè quello opposto, i gatti obesi dovrebbero mangiare circa il 66% del valore calcolato sopra, fino al raggiungimento del peso ottimale. È comunque importante farsi seguire dal veterinario prima, durante e dopo il periodo di dieta.
In entrambi i casi, quando il gatto raggiunge il suo pesoforma, se non presenta condizioni patologiche particolari, è possibile applicare i valori di mantenimento calcolati mediante il form sopra.
Per maggiori informazioni e per sapere se il tuo gatto è nel peso forma, leggi l'articolo sull'obesità nel gatto.


Fonti:
http://www.anfi-lombardia.com/modules/dokuwiki/doku.php?id=alimentazione:fabbisogni_nutrizionali_ed_energetici
http://biologiribelli.blogspot.it/2012/03/obesita-nel-gatto.html

Articolo a cura di Chiara Marconi

Facebook

Ad-Sense Sotto ai Post

Ad-Sense Articoli Consigliati