Ad-Sense Sopra ai Post

Gli errori più comuni nella gestione del criceto

Sono molti gli errori commessi dai padroni di criceti, visto che spesso si ricevono informazioni e consigli sbagliati, spesso da parte degli stessi commercianti. Questa guida espone i più comuni.

Ruote e scalette

Gli oggetti a sbarre, soprattutto ruote e ripiani o scalette con i pioli stretti, possono rompere le piccole zampe del roditore con estrema facilità, se per errore il criceto scivola tra un piolo e l'altro. La soluzione definitiva per una frattura è l’amputazione della zampa. L'arredo della gabbia deve invece essere costituito di oggetti privi di spazio vuoto tra un piolo e l'altro o, nel caso delle scalette, da pioli molto distanziati tra di loro, in modo che le zampette non possano rimanere incastrate e quindi rompersi.


Cotone per il nido

Il cotone è un materiale pericolosissimo, così come anche lana, ovatta, bambagia, nylon e qualsiasi stoffa. Infatti è difficile per il criceto rimuoverlo dalle sue tasche guanciali e può soffocare il criceto, strozzarlo, causargli un blocco intestinale. Conseguenza non mortale è la difficoltà di circolazione nelle zampe. Infatti il cotone, avvolgendosi attorno alle zampine, può stringerle fino a bloccarle la circolazione. La soluzione definitiva è l’amputazione della zampina. È più opportuno utilizzare altri materiali per imbottire il nido.

Legni tossici

Il legno di alberi resinosi come il pino o cedro è tossico per i criceti. Assicuratevi che gli oggetti nella gabbia non siano costruiti con questo tipo di legno.


Due criceti nella stessa gabbia

Mettere due o più criceti insieme può causare soltanto problemi. Se sono dello stesso sesso i due roditori litigheranno ferocemente e purtroppo l'esito è spesso letale per uno o entrambi i criceti. Se sono di sesso opposto si riprodurranno a dismisura, con problemi e stress per tutti: madre, padre e cuccioli. Inoltre i criceti sono animali territoriali e necessitano di una gabbia per ciascun animale. Quando i cuccioli saranno cresciuti andranno prontamente divisi: ciascuno nella propria gabbia personale, per evitare zuffe o accoppiamenti tra consanguinei.

Gabbia all'esterno senza ripari

Lasciare la gabbia esposta alle intemperie quando il criceto è all’interno è pericolosissimo per ragioni ovvie. Anche il troppo sole e il caldo sono da evitare, infatti il piccolo roditore può avere un colpo di calore. I criceti non sudano e il loro corpo disperde il calore più difficilmente: non bisogna lasciare un criceto al sole.

Dieta di soli semi

Alimentarlo solo con semi (o solo con verdura/frutta/erba) può provocargli problemi intestinali come la diarrea che può diventare letale, può farlo ingrassare o farlo dimagrire, oltre chiaramente a provocare carenze, cosa che non avviene con una dieta varia. Fornite sempre un’alimentazione varia, con semi, verdura e frutta.

Talco come bagnetto

Mettere il talco al posto della sabbia per cincillà, normalmente utilizzata dai criceti per pulirsi, è molto dannoso: provoca infatti dei problemi alle vie respiratorie che possono condurlo alla morte.


Articolo a cura di iLove Trap

Facebook

Ad-Sense Sotto ai Post

Ad-Sense Articoli Consigliati