• Image 01
  • Image 02
  • Image 03
  • Image 04
  • Image 05
  • Image 06

Seguici

Menu orizzontale

17 aprile 2012

Gatti: genetica della tigratura

La tigratura è una caratteristica frequente tra i gatti, ma anche tra i felini in generale. Geneticamente parlando, tutti i gatti sono tabby, cioè tigrati, anche se non tutti manifestano questa caratteristica. I gatti con colorazione solida non manifestano le strisce. Come mai?
Nell'articolo che segue vedremo quali sono le condizioni affinché la tigratura si manifesti o, al contrario, non si manifesti. Nozioni utili per gli appassionati di genetica, ma soprattutto per gli aspiranti allevatori.

Tigrato o solido: agouti e non-agouti

Il gene agouti è il responsabile della manifestazione della tigratura dei gatti. Esso fa sì che la melanina presente in ciascun pelo si distribuisca in bande trasversali alla lunghezza del pelo, creando zone ricche di melanina e zone con una scarsa densità di melanina. Il gene dell'agouti è dominante e viene indicato con la lettera A. L'agouti è il colore di base che si vede tra le striature del gatto.
Il gene recessivo si indica con a e viene chiamato non-agouti. Esso fa sì che la melanina si distribuisca uniformemente lungo tutta la superficie del pelo, dando origine ad un gatto dal mantello solido, cioè privo di tigratura. Poiché questo è un gene recessivo, per manifestarsi necessita di presentarsi in omozigosi, cioè con due alleli aa.
Il gene A, essendo dominante, può presentarsi sia in omozigosi AA, sia in eterozigosi Aa: la manifestazione sul pelo del gatto è la stessa, ma cambia il corredo genetico.

AA = agouti (tigrato)
Aa = agouti (tigrato), portatore di non-agouti
aa = non-agouti (solido)


Il disegno tabby

A prescindere dal fatto che un gatto sia agouti o non-agouti, a livello genetico presenta una tigratura: verrà manifestata se il gatto è agouti, mentre verrà mascherata se il gatto è non-agouti, quindi solido. Il gene tabby determina la distribuzione della melanina secondo vari disegni. Come abbiamo già visto nell'articolo sul mantello dei gatti, i tabby possono essere blotched, mackerel, spotted o ticked.

  • Il tabby ticked (tipo Abissino) presenta leggere tigrature solamente nella zona delle zampe, della coda e del muso, mentre il corpo non appare tigrato. Il gene responsabile di questo disegno viene indicato con Ta ed è un carattere dominante.
  • Il tabby mackerel presenta la tigratura da cui sono discese tutte le altre ed è caratterizzato da sottili strisce parallele e continue, cioè senza alcuna interruzione. Si esprime con il carattere T.
  • Il tabby spotted trae origine dal mackerel, con cui condivide il gene T. Si tratta infatti di una variazione poligenetica del mackerel che interrompe le strisce e va a formare il caratteristico mantello maculato. Quindi geneticamente lo spotted è assimilabile al mackerel.
  • Il tabby blotched (o classic tabby) presenta un disegno marmorizzato, con una linea scura che corre dalla testa alla coda e due cerchi sui fianchi che ricordano le ali di una farfalla. Geneticamente il gatto con mantello tabby blotched presenta una coppia di alleli recessivi indicati con tb: poiché si tratta di un gene recessivo, per manifestarsi nel micio necessita di essere in omozigosi.
Abbiamo quindi tre tipi di geni che definiscono il disegno tabby, il T, il e il tb. L'ordine di dominanza è quello appena presentato, cioè Tè dominante su T, che a sua volta è dominante su tb. Questi tre geni possono combinarsi in coppie tra loro, manifestando fenotipicamente il carattere dominate tra i due. Tuttavia solo i geni in omozigosi manifestano un mantello con disegno "puro", mentre in eterozigosi, per effetto della penetranza, i disegni tendono a mescolarsi, anche se sarà il carattere dominante ad essere nettamente più visibile. Quindi per esempio un gatto TaT, avrà un mantello tabby ticked (Ta dominante su T), ma potrà presentare anche qualche lieve striscia mackerel sul dorso.

TaTa = tabby ticked
TaT = tabby ticked con lieve marcatura mackerel
Tatb = tabby ticked con lieve marcatura blotched
TT = tabby mackerel
Ttb = tabby mackerel con lieve marcatura blotched
tbtb = tabby blotched

Le marcature fantasma

Rosso solido con tigrature fantasma di tipo tabby ticked
Il disegno tigrato dei gatti dipende quindi da una combinazione di due geni: il gene agouti e il gene tabby. Il gene tabby è presente anche nei gatti solidi, ma è nascosto dal gene non-agouti che maschera il disegno tabby e rende uniforme il mantello. Talvolta nei cuccioli solidi (aa) può capitare che compaiano le cosiddette tigrature fantasma o marcature fantasma (ghost markings): si tratta di tigrature leggere, molto più lievi di una normale marcatura tabby, che tendono a sparire con la crescita del gatto. Questo è il segno che anche i gatti solidi, quindi non-agouti, sono geneticamente tabby. Le marcature fantasma sono particolarmente frequenti nei gatti rossi e in quelli blu.
Tuttavia il gene del rosso è strettamente legato alle marcature tabby, per cui anche i soggetti rossi solidi (aa) presentano delle marcature fantasma che non scompaiono nell'età adulta. Se un gatto rosso (o nella sua versione diluita, cream) presenta pochissime marcature fantasma è perché probabilmente geneticamente è un tabby ticked, per cui il disegno tabby non è evidente sul dorso del gatto, ma con attenzione si potrà scorgere la tigratura fantasma sulle zampe, sulla coda e sul muso.

Gli incroci

Da due gatti solidi può nascere un cucciolo tigrato?

No, poiché i genitori sono due non-agouti. Il non-agouti aa è recessivo e i figli saranno sicuramente non-agouti a loro volta. Tuttavia è possibile che i cuccioli presentino delle marcature fantasma, che tenderanno a sparire con la crescita. In alcuni casi la marcatura fantasma può essere visibile ancora in età adulta, anche se lieve: questo in un gatto di razza che preveda una colorazione solida è un difetto.

aa x aa = 100% aa - tutti solidi

Da un gatto solido e uno tigrato che cuccioli nasceranno?

Dipende dal gatto tigrato: se il tigrato ha una coppia di alleli dominanti AA, incrociandolo con un solido aa, si ottiene il 100% di cuccioli tigrati eterozigoti Aa. Se il gatto tigrato è un Aa, incrociandolo con un solido aa, si ottiene una possibilità del 50% di avere gatti solidi e un 50% di gatti tigrati a loro volta Aa.

aa x Aa = 50% aa, 50% Aa - possibilità del 50% sia ottenere tigrati, sia di ottenere solidi
aa x AA = 100% Aa - tutti tigrati

Da due gatti tigrati nascono sicuramente cuccioli tigrati?

No. Se entrambi i genitori sono agouti eterozigoti Aa, c'è il 25% di probabilità che nascano cuccioli solidi, un 50% che i cuccioli siano tigrati Aa, come i genitori e un 25% che i cuccioli siano tigrati con alleli dominanti AA. Ovviamente in caso di due gatti AA, si ottiene in 100% di cuccioli AA, mentre da un gatto AA e uno Aa si ottiene il 50% di gatti Aa e il 50% di gatti AA, ma pur sempre tigrati.

Aa x Aa = 25% AA, 50% Aa, 25% aa - tigrati al 75% e solidi al 25%
Aa x AA = 50% AA, 50% Aa - tutti tigrati
AA x AA = 100% AA - tutti tigrati


Fonti:
http://www.gattinorvegesi.it/il-pelo/
http://www.lacortedelsiam.it/Genetica%202.htm

Articolo a cura di =Kiara=

Ti è piaciuto l'articolo? Iscriviti ai feed di Pets Life per restare sempre aggiornato!
Oppure inserisci il tuo indirizzo email e riceverai gli aggiornamenti per posta:

Cosa sono i feed?

Nessun commento :

Posta un commento

È possibile commentare liberamente l'articolo.
Se avete richieste personali, vi invitiamo a scrivere nel Forum.
Qui non riceverete risposta a domande personali.

(Loading...)