• Image 01
  • Image 02
  • Image 03
  • Image 04
  • Image 05
  • Image 06

Seguici

Menu orizzontale

11 aprile 2011

Gli errori più comuni nella gestione del criceto

Sono molti gli errori commessi dai padroni di criceti, visto che spesso si ricevono informazioni e consigli sbagliati, spesso da parte degli stessi commercianti. Questa guida espone i più comuni.

Ruote e scalette

Gli oggetti a sbarre, soprattutto ruote e ripiani o scalette con i pioli stretti, possono rompere le piccole zampe del roditore con estrema facilità, se per errore il criceto scivola tra un piolo e l'altro. La soluzione definitiva per una frattura è l’amputazione della zampa. L'arredo della gabbia deve invece essere costituito di oggetti privi di spazio vuoto tra un piolo e l'altro o, nel caso delle scalette, da pioli molto distanziati tra di loro, in modo che le zampette non possano rimanere incastrate e quindi rompersi.


Cotone per il nido

Il cotone è un materiale pericolosissimo, così come anche lana, ovatta, bambagia, nylon e qualsiasi stoffa. Infatti è difficile per il criceto rimuoverlo dalle sue tasche guanciali e può soffocare il criceto, strozzarlo, causargli un blocco intestinale. Conseguenza non mortale è la difficoltà di circolazione nelle zampe. Infatti il cotone, avvolgendosi attorno alle zampine, può stringerle fino a bloccarle la circolazione. La soluzione definitiva è l’amputazione della zampina. È più opportuno utilizzare altri materiali per imbottire il nido.

Legni tossici

Il legno di alberi resinosi come il pino o cedro è tossico per i criceti. Assicuratevi che gli oggetti nella gabbia non siano costruiti con questo tipo di legno.


Due criceti nella stessa gabbia

Mettere due o più criceti insieme può causare soltanto problemi. Se sono dello stesso sesso i due roditori litigheranno ferocemente e purtroppo l'esito è spesso letale per uno o entrambi i criceti. Se sono di sesso opposto si riprodurranno a dismisura, con problemi e stress per tutti: madre, padre e cuccioli. Inoltre i criceti sono animali territoriali e necessitano di una gabbia per ciascun animale. Quando i cuccioli saranno cresciuti andranno prontamente divisi: ciascuno nella propria gabbia personale, per evitare zuffe o accoppiamenti tra consanguinei.

Gabbia all'esterno senza ripari

Lasciare la gabbia esposta alle intemperie quando il criceto è all’interno è pericolosissimo per ragioni ovvie. Anche il troppo sole e il caldo sono da evitare, infatti il piccolo roditore può avere un colpo di calore. I criceti non sudano e il loro corpo disperde il calore più difficilmente: non bisogna lasciare un criceto al sole.

Dieta di soli semi

Alimentarlo solo con semi (o solo con verdura/frutta/erba) può provocargli problemi intestinali come la diarrea che può diventare letale, può farlo ingrassare o farlo dimagrire, oltre chiaramente a provocare carenze, cosa che non avviene con una dieta varia. Fornite sempre un’alimentazione varia, con semi, verdura e frutta.

Talco come bagnetto

Mettere il talco al posto della sabbia per cincillà, normalmente utilizzata dai criceti per pulirsi, è molto dannoso: provoca infatti dei problemi alle vie respiratorie che possono condurlo alla morte.


Articolo a cura di iLove Trap

Ti è piaciuto l'articolo? Iscriviti ai feed di Pets Life per restare sempre aggiornato!
Oppure inserisci il tuo indirizzo email e riceverai gli aggiornamenti per posta:

Cosa sono i feed?

(Loading...)