Ad-Sense Sopra ai Post

La filariosi cardiopolmonare

Sono ancora molti i proprietari di cani, gatti e furetti che non conoscono l'esistenza di questa brutta patologia. Con l'avvicinarsi della bella stagione è bene tenere presente il pericolo che possono correre i nostri amici e agire di conseguenza per proteggerli.

La filariosi cardio-polmonare è una patologia che tra i nostri animali domestici può colpire il cane, il gatto e il furetto. Gli agenti patogeni sono gli esemplari adulti di Dirofilaria immitis, un nematode che in stadio larvale viene veicolato dalle zanzare. Basta un semplice morso di zanzara per inoculare la larva di Dirofilaria immitis.

Quando si sviluppano, gli adulti di Dirofilaria immitis si localizzano nelle arterie polmonari e/o nelle camere cardiache e nella vena cava caudale, dando luogo alla filariosi cardio-polmonare. L'esito di questa patologia è spesso fatale: i parassiti adulti infatti possono raggiungere dimensioni così notevoli da impedire uno svolgimento regolare delle funzioni cardiache e al contempo compiere un’azione tossica sul fegato.

È una malattia difficile da curare, ma per fortuna facile da prevenire! I trattamenti possibili sono due:
  1. Il più immediato consiste in un unico trattamento sotto forma di iniezione da effettuarsi una volta all’anno e viene somministrato direttamente dal veterinario.
  2. L’altro trattamento richiede la somministrazione ogni 30 giorni di compresse o pipette che inibiscono lo sviluppo delle forme larvali: essendo farmaci che funzionano ad effetto retroattivo, vanno somministrate a partire dalla comparsa delle prime zanzare (aprile – maggio) fino ad un mese dopo la loro scomparsa (ottobre-novembre).
Parlane con il tuo veterinario...


FONTE: www.filariosi.it/

Articolo a cura di =Kiara=

Facebook

Ad-Sense Sotto ai Post

Ad-Sense Articoli Consigliati