• Image 01
  • Image 02
  • Image 03
  • Image 04
  • Image 05
  • Image 06

Seguici

Menu orizzontale

4 gennaio 2012

Le ghiandole odorifere dei criceti

Ne avete mai sentito parlare? Si tratta di una struttura che hanno tutti i criceti, con delle differenze tra specie e sesso. Spesso queste ghiandole preoccupano i neofiti, dal momento che sono facilmente scambiate per tumori. Pare infatti che la maggior parte delle visite veterinarie ai criceti venga richiesta proprio per la preoccupazione che queste ghiandole suscitano nelle persone. In realtà si tratta solamente di strutture normali che la natura ha dato ai criceti.

Le hanno sia i maschi che le femmine?

Spesso per distinguere il sesso dei criceti si fa riferimento a queste fatidiche ghiandole odorifere: di solito si dice che i maschi le abbiano e le femmine no. Sebbene osservare le ghiandole odorifere sia uno dei sistemi utili a determinare il sesso di un criceto, bisogna sfatare il mito secondo cui le femmine ne siano prive. Infatti, le ghiandole odorifere sono molto più evidenti nel maschio, mentre nella femmina non è facile identificarle, ma nascoste da qualche parte ci sono.

Le ghiandole sono diverse tra le specie di criceto?

Sì, in particolare c'è differenza tra i criceti Dorati e le altre specie.
Nei criceti Dorati le ghiandole odorifere sono bilaterali e sono collocate sui fianchi. Le ghiandole sono piatte, spesso appaiono unte o bagnate, talvolta sono pigmentate e con peli più lunghi su di esse.


Nei Roborovskij, nei Campbell, nei Winter White e nel criceto cinese la ghiandola odorifera è una sola ed è situata al centro del ventre, nei pressi dell'ombelico. In queste specie, la ghiandola odorifera è piuttosto sporgente, spesso priva di peli e con una secrezione gialla.


A cosa servono?

Le ghiandole odorifere vengono utilizzate in particolare dai criceti maschi per marcare il territorio. Quando il maschio è eccitato lecca le sue ghiandole odorifere fino a quando l'intera zona risulta bagnata. Il maschio può anche grattarsi e strofinarsi la zona, come se questa fosse irritata.
Le ghiandole odorifere sono completamente sviluppate quando il criceto raggiunge la maturità sessuale, e man mano che lo sviluppo procede anche l'odore che produce aumenta. Alla percezione umana l'odore prodotto può variare: ci sono criceti che producono un odore impercettibile all'uomo e altri che hanno un forte odore muschiato, che può essere particolarmente percepito dopo aver maneggiato il criceto.
Come abbiamo già detto, anche le femmine sono provviste di ghiandole odorifere, ma pare che il loro utilizzo sia associato al ciclo estrale. Sebbene solitamente le femmine siano prive di odore percettibile all'uomo, l'odore di alcune femmine di criceto Dorato può comunque essere potente.


Fonte: http://www.veterinarypracticenews.com/vet-dept/avian-exotic-dept/hamster-scent-glands.aspx

Articolo a cura di =Kiara=

Ti è piaciuto l'articolo? Iscriviti ai feed di Pets Life per restare sempre aggiornato!
Oppure inserisci il tuo indirizzo email e riceverai gli aggiornamenti per posta:

Cosa sono i feed?

Nessun commento :

Posta un commento

È possibile commentare liberamente l'articolo.
Se avete richieste personali, vi invitiamo a scrivere nel Forum.
Qui non riceverete risposta a domande personali.

(Loading...)