• Image 01
  • Image 02
  • Image 03
  • Image 04
  • Image 05
  • Image 06

Seguici

Menu orizzontale

26 aprile 2011

Pulizia e igiene del furetto

In questo articolo verranno trattate le operazioni base da svolgere regolarmente per mantenere il nostro furetto pulito e ordinato. Ricordiamoci che l'igiene e la pulizia sono requisiti di base per la salute e il benessere del nostro animale.

Il bagno
Il furetto dovrebbe essere lavato ogni due mesi circa, oppure ogni mese se gioca e si sporca molto, ma non bisogna eccedere. Quello che occorre è uno shampoo adatto a lui e un lavandino o una bacinella. Se il vostro furetto ha le pulci, potete utilizzare uno shampoo antipulci per gattini. Nell'ambiente in cui farete il bagno al vostro furetto non dovranno esserci correnti d'aria, pericolose per la sua salute, e non dovrà esserci nemmeno troppo freddo. La stanza dovrebbe essere moderatamente riscaldata.
Riempite il lavandino o la bacinella con acqua tiepida, ad un livello non superiore alle spalle del furetto. Ricordate che la testa deve sempre restare fuori dall'acqua. Ora bisogna mettere il furetto in acqua: bagnatelo, ma sorreggetelo sempre. Procedete ad insaponare il pelo, avendo cura di non fare entrare la schiuma negli occhi e prestando attenzione a che il furetto non ingerisca lo shampoo. Dopo aver insaponato e massaggiato il furetto, potete sciacquarlo e asciugarlo. Se mettete delle salviette sul pavimento, sarà il furetto a cercare di asciugarsi da solo, rotolandoci sopra. Durante la stagione invernale è meglio asciugare completamente il furetto utilizzando il fohn, ma facendo attenzione a impostare un getto d'aria moto basso e la temperatura moderata.

Spazzolare il furetto
Il furetto va spazzolato in particolar modo durante i periodi in cui si ha la muta del pelo, in modo da aiutarlo a liberarsi del pelo vecchio e da impedire che ne ingerisca in quantità eccessive. In commercio vengono vendute delle apposite spazzole per furetti, come in foto qui a destra. In alternativa si può utilizzare una spazzola per gatti sempre dello stesso tipo. Questa avrà le setole più lunghe, in ragione della maggiore lunghezza del pelo del gatto rispetto a quello del furetto. Se utilizzate una spazzola per gatti, bisogna prestare attenzione a spazzolare con delicatezza, per non irritare o ferire la pelle dell'animale. In caso di abbondante perdita del pelo, è possibile somministrare del malto o della pasta per gatti, in modo da far scivolare verso l'intestino i boli di pelo ingeriti.
Se il furetto ha le pulci, è possibile usare l'apposito pettine antipulci, un pettine a denti molto vicini tra loro e indicato per rimuovere le pulci.

Tagliare le unghie
È molto importante tenere accorciate le unghie del furetto. Infatti se il furetto ha le unghie troppo lunghe rischia di rimanere impigliato in oggetti e tessuti. Il taglio va fatto con una cadenza di una volta ogni due mesi circa. Si può utilizzare un tronchesino per unghie: vanno bene sia quelli per utilizzo umano, sia quelli appositamente studiati per il taglio delle unghie di cani e gatti.
Il taglio delle unghie non è un'operazione che il furetto solitamente ama e per questo potete distrarlo mettendo del liquido sulla sua pancia: in questo modo lui sarà intento a leccare, mentre voi potrete procedere con il taglio. Il taglio deve essere eseguito orizzontalmente, in modo che l'unghia sia parallela al pavimento, su cui deve appoggiare bene. Bisogna inoltre prestare attenzione a non tagliare la vena rossa che si vede nell'unghia. Questa, se recisa, provoca dolore e una piccola emorragia e quindi è bene controllare una volta di più dove posizionare il tronchesino. Se non vi sentite sicuri, potete sempre portare il furetto dal veterinario.

Pulire le orecchie
Per pulire le orecchie del furetto è possibile usare un cotton fioc ed una soluzione adatta per le orecchie di cani e gatti. Per prima cosa bisogna inumidire l'orecchio o il cotton fioc. I furetti hanno una piccola borsa sul dorso dell'orecchio, che periodicamente ha bisogno di essere pulita completamente. Non bisogna spingersi fino ai canali interni dell'orecchio,  ma è meglio fermarsi a pulire solo la zona dell'orecchio che possiamo vedere. Bisogna fare movimenti circolari verso l'esterno, evitando di spingere il cerume all'interno dell'orecchio, dove potrebbe causare infezioni.


FONTE: http://www2.furettomania.it/index.php?mod=none_Il_Furetto/13_Bagno_e_Pulizia

Articolo a cura di scoia

Ti è piaciuto l'articolo? Iscriviti ai feed di Pets Life per restare sempre aggiornato!
Oppure inserisci il tuo indirizzo email e riceverai gli aggiornamenti per posta:

Cosa sono i feed?

Nessun commento :

Posta un commento

È possibile commentare liberamente l'articolo.
Se avete richieste personali, vi invitiamo a scrivere nel Forum.
Qui non riceverete risposta a domande personali.

(Loading...)